moms in the city

Just another WordPress.com weblog

Svezzamento

foto da mammeunite.it

foto da mammeunite.it

Nella mia esperienza ho imparato che di schemi per lo svezzamento ne esistono migliaia, ogni pediatra ha il suo, le zone d’Italia hanno approcci molto diversi. Al Nord molto prudenti e un po’ precisini, con tempi molto lenti e dilatati nell’inserimento di nuovi alimenti; al sud più rapidi, più vicini forse allo svezzamento di una volta. Diverse le visioni e le mamme vanno un po’ nel pallone…

La prima volta con Sara ero tesissima, mi sembrava un’altra di quelle tappe fondamentali che se la sbagli sei una mamma fallita. Mi sono fatta qualche idea cercando su internet, ho letto – come al solito – qualche libro, ma alla fine lo schema che ho adottato e che ha funzionato è quello che mi ha dato la mia pediatra.

 

Per le mamme che vogliono aggiungere informazioni a quelle che già hanno, ecco le indicazioni che ho seguito con Sara e Francesca.

A 5-6 MESI

  • 3-4 pasti di latte materno o di proseguimento (180-250gr a pasto)
  • prima pappa (preferibilmente all’ora di pranzo): brodo vegetale , crema di riso e7o mais e tapioca (3 cucchiai), olio extravergine d’oliva (2 cucchiaini), parmigiano reggiano (1 cucchiaino)
  • dopo 5-6 giorni aggiungere: carne liofilizzata: 1/ vasetto-bustina oppure carne omogeneizzata (1/2 vasetto da 80gr)
  • dopo altri 5-6 giorni aggiungere: verdure passate (1 o 2 cucchiai)
  • frutta: mezza mela o pera grattuggiata senza zucchero nè limone. Dopo 15 giorni introdurre la banana.
  • dopo circa 20-30 giorni
  • seconda pappa (preferibilmente a cena a posto del latte): brodo vegetale (200gr), cereali (semolino, crema multicereali, 3 cucchiai); oppure pastina (2 cucchiai), olio extravergine di oliva (2 cucchiaini), parmigiano reggiano (1 cucchiaio) oppure 30gr di formaggi freschi (tipo ricotta) senza conservanti, verdure passate (2 cucchiai)

A 7 MESI

  • la quantità minima di latte deve essere di 500ml al giorno
  • alternare il latte del poneriggio con yogurt intero naturale + 1 frutto, oppure 1 yogurt intero alla frutta senza conservanti
  • occasionalmente prosciutto cotto magro al naturale (20gr)

A 8 MESI

  • alternare alla carne e al formaggio, 1-2 volte alla settimana il tuorlo d’uovo (c0minciare con 1 cucchiaino, poi passare a 1/2 tuorlo, quindi a 1 tuorlo intero) ed il pesce (40gr)

A 9 MESI

  • inserire pomodoro, legumi, agrumi
  • alternare al brodo vegetale il brodo di carne

a 12 MESI lo schema giornaliero è il seguente:

  • ore 8:00 latte intero 200-240gr + 1-2 biscotti secchi (oppure 1-2 cucchiaini di cereali)
  • ore 12:00 pasta asciutta (capelli d’angelo, maccheroncini,, etc.) oppure riso (30-40gr) conditi con olio extra-vergine , passato di pomodoro, parmigiano reggiano; carne magra (30gr.) o pesce (40gr) bolliti o cotti al vapore o ai ferri e tritati, oppure 1 uovo intero alla coque; verdure (purea di patate o di carote, zucchine lessate schiacciate); frutta fresca di stagione
  • ore 16:00 latte e biscotti come al mattino, oppure yogurt intero al naturale o alla frutta o frutta grattuggiata
  • ore 20:00 minestrina con pastina (20gr), formaggi freschi (30gr), settimanalmente prosciutto cotto o crudo senza conservanti (20-30gr)

NOTE:

E’ bene introdurre gli alimenti gradualmente, inserendo un nuovo alimento ogni 6-7 giorni, in modo da individuare eventuali intolleranze.

Zucchero e sale non sono consigliabili almeno fino al compimento del primo anno di vita, e in seguito vanno usati con parsimonia.

Preparazione del brodo vegetale: fate bollire 1-2 patate, 1-2 carote, 1 zucchina in 1lt di acqua a fuoco lento fino a ridurre il liquido a circa la metà. Poi filtrare il liquido in modo da separare il brodo dalle verdure. Successivamente inserire gradualmente altre verdure di stagione e solo dopo il nono mese i pomodori e i legumi.

Gli alimenti contenenti nitrati (spinaci e simili) non devono essere somministrati prima dei 12 mesi.

Il brodo si conserva in frigo per 1 giorno. Può essere congelato a porzioni. Non vanno aggiunti sale, dadi, insaporitori.

Carne- Pesce Non esistono particolari differenze tra liofilizzato e omogeneizzato, da preferirsi nei primi mesi perchè più digeribili e più garantiti da un punto di vista igienico. Possono essere utilizzate tutte le qualità di carne (la più soggetta a sofisticazioni risulta essere quella di vitello, la più “sicura” quella di coniglio).Il prosciutto cotto deve essere “al naturale”, senza polifosfati. I pesci consigliati sono la trota, l’orata, il nasello, la sogliola, il salmone (attenti alle lische).

Succhi di frutta e miele sono sempre da evitare

About these ads

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 59 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: