moms in the city

Just another WordPress.com weblog

La valigia dei libri

DSCN3129

 Sto preparando la valigia dei libri. Ho grandi aspettative su questa vacanza, come per tutte le altre del resto, parto con progetti ambiziosi pensando di avere tempo per mille cose e invece il tempo vola, soprattutto quando si sta bene. La scelta dei titoli è dettata dalla voglia di cose leggere e dal mio mood particolarmente culinario di questi ultimi mesi. Perciò ecco qui sotto i titoli e quanto riportato nella terza di copertina, non sono certo Guerra e Pace, ma sono troppo stanca e le letture impegnate le lascio a Stefano che divora libri di storia, fisica e filosofia come fossero fumetti.  Voi cosa suggerite?

lapartepiùteneraLa parte più tenera di Ruth Reichl – Ruth Reichl aveva nove anni quando capì che il cibo poteva essere pericoloso, e che avrebbe dovuto impedire a sua madre, la Regina della Muffa, di uccidere gli ospiti con le sue prodezze gastronomiche. Come gli “stufati di tutto”, in cui confluivano carcasse di tacchino vecchie di due settimane, zuppa di funghi, avanzi di broccoli e di paté, salsa di mirtilli e torte di mele… Oggi Ruth Reichl è la critica culinaria più famosa in America. E’ naturale, quindi, che le sue descrizioni di piatti e sapori siano incantevoli. Ma nel suo libro c’è molto di più, perché Ruth ha un appetito speciale anche per la vita.

Ci parla della sua infanzia, di sua madre che nel giorno libero della bambinaia paga lei, una bambina spaventata, per farsi da babysitter da sola. Racconta i suoi primi passi in cucina con la signora Peavey, la domestica dal passato aristocratico, e con Alice, la cuoca caraibica che nei momenti difficili cucina le sue fantastiche mele al forno con salsa dura. Ma è a casa di un ricco buongustaio francese, tra un intingolo che pare “l’autunno distillato in un cucchiaio” e una chartreuse di pernice imponente come una cattedrale, che Ruth capisce per la prima volta cosa significhi davvero mangiare.

Ventenne, Ruth si trasferisce a New York con suo marito Doug: la cucina del suo loft diventa il punto di riferimento per un gruppo variopinto di amici fedeli. Con loro Ruth va a vivere in una comune in California: sono i primi anni ’70 e lei si sforza di rendere invitanti le ricette politicamente corrette dell’epoca (paté di ceci, polpettoni di arachidi e sesamo). Quando non ne può più, si procura gli ingredienti proibiti dal capo della comune nei bidoni della spazzatura… Personaggi memorabili, dipinti con affetto e ironia; storie autentiche e toccanti, illuminate da un umorismo contagioso. E’ difficile resistere all’umanità che rende unico questo libro, e quando si finisce di leggerlo si sente un pò la mancanza di Ruth e dei suoi amici.

 

leamichedelvenerdìseraLe amiche del venerdì sera – di Kate Jacobs – Tutto è nato un po’ per caso: qualche cliente ritardataria che si trattiene oltre l’orario di chiusura, un paio di consigli sull’arte della maglia che diventano quattro chiacchiere e un caffè. Ed ecco il Club del Venerdì. L’appuntamento è da “Walker & Figlia”: un negozio di filati nel cuore di Manhattan, nato dal talento della proprietaria per il tricot. Lei è Georgia Walker: stilista per passione, mamma single, trentacinque anni o poco più. Un vero asso con i fili di cachemire, un disastro con quelli della vita. Specie se, a ingarbugliarle l’esistenza, ci si mette il suo ex che, dopo averla lasciata dodici anni prima perché non portato per i “rapporti esclusivi”, scopre un improvviso istinto paterno e decide di rifarsi vivo. O se a tornare è l’ex amica del cuore che, dopo essersi aggiustata connotati e conto in banca con qualche colpo di bisturi e il matrimonio giusto, vuole rifarsi anche la coscienza rimediando agli errori del passato. Ma per fortuna c’è il gruppo del venerdì sera, capace di superare differenze di gusti e di età, riunendo donne in carriera e severe femministe, signore mature ed eleganti come Anita, anima saggia del gruppo, e teenager intraprendenti come Dakota, figlia di Georgia, che nell’attesa di avere una bici per vendere i suoi muffin a Central Park allieta le serate con le sue golosità. Ben presto, le lezioni sul diritto e sul rovescio lasciano spazio a segreti e confidenze, e quelle che erano semplici clienti si trasformano in amiche. Unite da un legame che saprà resistere anche quando sarà la vita a girare a rovescio.

 

sottoilsoledellatoscanaSotto il sole della Toscana – di Frances Mayes – Una scrittrice americana compra e ristruttura un casale nella campagna toscana, presso Cortona, e lì inizia a trascorrere le estati. Il paesaggio è incantevole, il clima dolcissimo, il cibo delizioso. E dagli incanti di una vita ideale, scandita dai riti della campagna, nasce il libro di memorie, che ha appassionato l’America per la bellezza dell’ambiente, ma anche per la qualità della scrittura che lo descrive, evocativa, intensa, capace di trasmettere con evidenza quasi tangibile il piacere della vita tra i colori, i profumi, i sapori, le ricette di cucina raccolte e proposte dall’autrice, di un’Italia da scoprire o da riscoprire.

 

tiricordidimeTi ricordi di me? – di Sophie Kinsella – Quando Lexi si sveglia in un letto di ospedale, non ricorda proprio cosa le sia successo. È convinta di avere 25 anni, di essere povera in canna, con una vita sentimentale disastrosa, i denti storti e le unghie mangiate… E invece eccola fresca di parrucchiere, con una bocca perfetta, mani curatissime, un lavoro da super manager e… un sacco di soldi! Sì, perchè oltretutto è sposata a un bellissimo miliardario. Ma come è possibile? Il fatto è che lei in realtà ora ha 28 anni, ma non ricorda nulla del suo passato recente, marito compreso, e non riesce proprio a riconoscersi. Ma almeno ha la vita perfetta, e questo sembra un buon inizio… o no?

genitori slowGenitori slow – Educare senza stress con la filosofia della lentezza di Carl Honorè – I genitori sono costantemente sotto pressione, e partendo, in buona fede, dal legittimo desiderio che i figli ricevano stimoli, coltivino i propri talenti e colgano tutte le opportunità, spesso finiscono per esagerare. Ecco allora i bambini inquadrati in un’agenda più fitta di impegni di quella di un manager, strapazzati fra mille attività imposte da genitori sempre più ansiosi e ossessionati da un ideale di “super-bambino”, pervasi fin da piccoli da un’ansia da prestazione che impedisce loro di godersi un’infanzia degna di questo nome. Con garbo e ironia, Honoré invita a sdrammatizzare e ridimensionare le proprie aspettative: allentando la pressione e cercando un equilibrio più sano fra ciò che è troppo e ciò che è troppo poco per loro, si può diventare genitori più sereni di bambini più felici. E lo fa senza impartire ordini né giudicare gli altri, ma partendo dalla propria esperienza di papà stressato che una sera, finito di leggere a tutta velocità ai suoi figli la “minifiaba da un minuto” si è chiesto: “e se per cambiare gliene leggessi una tutta intera?”

 E per finire qualche libro e rivista di ricette: Le mie mostarde di Lino Turrini, Cucinare in un istante di Donna Hay e sempre della Hay il numero dedicato all’estate della sua rivista Issue n.43

lemiemostardecucinareinunistanteDH43_cover

3 risposte a “La valigia dei libri

  1. Marlene 7 agosto 2009 alle 14:15

    genitori slow, non ho consigli ma te ne rubo uno, grazie della segnalazione, anzi facciamo due perchè pure ti ricordi di me è accattivante. buone vacanze.

  2. francesca 17 agosto 2009 alle 14:43

    “La parte più tenera” l’ho letta tutto d’un fiato è un libro bellissimo poi c’è anche Confortatemi con le mele, te lo consiglio.

  3. mominthecity 31 agosto 2009 alle 21:09

    Ciao, e benvenuta!grazie per la segnalazione, lo leggerò certamente, purtroppo non ce l’ho fatta a leggere la parte più tenera in vacanza, lo farò ora e poi gli altri

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: