moms in the city

Just another WordPress.com weblog

Festa di compleanno

Buon Anno!!!

Per noi le feste non finscono con la Befana ma con il compleanno di Emma, che quest’anno compie sei anni. Per festeggiare abbiamo organizzato una merenda a casa a cui ha voluto invitare solo le amiche.

Ho coinvolto Emma nella preparazione della festa, in particolare di coccarde, corone per le invitate, decorazioni per la casa e palloncini da gonfiare (grazie nonno R!). Tutto lilla e bianco.

Di solito non organizzo giochi particolari, ma quest’anno mi sono impegnata e ho trovato qui (www.filastrocche.it) tre attività che sono piaciute molto senza creare tensione tre le partecipanti.

Il party è stato un successo per la festeggiata e per le bambine che sono poi andate a casa con un sacchettino di biscotti personalizzati con la scritta EMMA 6.

Di seguito i giochi.

Cristina

Chi sono?

Un giocatore viene chiamato in mezzo al cerchio formato dai compagni. Sulla schiena gli viene attaccato, con una spilla di sicurezza, un biglietto con sopra il nome e il disegno (per far partecipare anche chi non sa leggere!) di un animale o una persona. Il giocatore fa un giro per il cerchio, in modo che tutti i compagni possano vedere il nome scritto sul biglietto, e poi inizia a porre agli altri domande riguardanti il personaggio che deve indovinare: “È bravo o cattivo?”, “Quanto è grande?”, “Dove vive?”… I compagni interpellati gli rispondono e man mano che un giocatore indovina il nome che ha sulla schiena viene sostituito in mezzo al cerchio da un compagno, a cui viene attaccato un nuovo biglietto e così via. Dopo tre o quattro giocatori, viene chiamato in mezzo al cerchio il festeggiato e sulla sua schiena viene attaccato un biglietto col suo nome …

Associazioni

I giocatori si mettono in cerchio e con una conta selezionano il giocatore che deve far partire il gioco. Per partire basta dire una qualsiasi parola e il giocatore successivo dovrà dire una seconda parola che sia in associazione con la precedente. Per esempio se il primo giocatore dice “gatto”, il secondo potrà dire “stivali” e il terzo “tacco” e così via. Chiunque esiti o dica una parola che nessuno riesce ad associare alla precedente, viene espulso dal gioco. Vince chi resta per ultimo e riesce, con la sua abilità, ad associare le parole opportune e a eliminare tutti gli altri giocatori. Il vincitore sarà anche il primo giocatore del turno successivo e deciderà la parola di partenza.

Sinistra / Destra

Tutti i giocatori sono disposti in cerchio (seduti su sedie o in piedi). L’animatore del gioco sta al centro del cerchio e indica improvvisamente un giocatore dicendogli: “destra, destra, destra!” oppure: “sinistra, sinistra, sinistra!”. Chi è indicato deve dire subito a voce alta il nome del proprio vicino di destra oppure di sinistra. Chi sbaglia o tentenna è eliminato dal gioco e si siede per terra. Per rendere il gioco più difficile si può, dopo un po’, chiedere ai partecipanti rimasti in gioco di scambiarsi di posto ogni tanto.

 

 

 

 

 
Annunci

7 risposte a “Festa di compleanno

  1. angela 17 gennaio 2012 alle 16:45

    Bellissima la torta! E carini i giochi, li terro’ presenti ad aprile per la festa di Sara; adesso sono a caccia di idee per quella di Francesca che ne compie 4. Suggerimenti??

  2. Donna Bianca 17 gennaio 2012 alle 22:54

    Ciao Angela, secondo me a quattro anni sono troppo piccoli per dei giochi organizzati. Se non hai un numero esagerato di invitati, potresti andare di palloncini, baule dei travestimenti e – situazione permettendo – bolle di sapone: sono tre must che non perdono mai il loro fascino, non conosco bambino che non si entusiasmi quando li vede.
    Ps Bello il tema in bianco e lilla, e bellissima la torta: fatta in casa?

  3. angela 17 gennaio 2012 alle 23:12

    mah dipende dall’indole credo e dal clima che si crea. Quando Sara ha compiuto 4 anni abbiamo fatto diversi giochi (vedi qui) e i bambini si erano divertiti moltissimo. Francesca è piu’ selettiva negi inviti quindi credo saremo molti meno, vedremo un po’ come va. Per le decorazioni bianco e lilla lascio la parola a Cristina

  4. Donna Bianca 17 gennaio 2012 alle 23:22

    Può essere, in effetti entrambi i miei figli sono piuttosto refrattari ai giochi organizzati quindi dopo un paio di volte ho smesso di proporli e li ho lasciati liberi, naturalmente in spazi adeguati tipo parco giochi e simili. Considera anche che io sono di quelle che, almeno fino ai 10 anni, invitano tutta la classe (devo curare i miei traumi infantili), quindi i numeri sono sempre abbastanza impegnativi: finora però siamo sopravvissuti 😉

  5. angela 18 gennaio 2012 alle 00:24

    Noi partiamo dicendo 6/7 bambini, poi tra fratelli e sorelle che si aggregano e inviti dell’ultima ora il numero lievita! L’ ultima volta avevo in casa 27 persone , tra cui dei nani che hanno passato il tempo correndo… Forse dipende anche da maschi/femmine? Mah

  6. cristina 18 gennaio 2012 alle 10:35

    @Donna Bianca: la torta non è fatta in casa ma dalla nostra pasticceria di fiducia. Ogni anno Emma ritaglia da gionalini o figurine il disegno e lo consegna orgogliosa al pasticcere. Le torte sono sempre state splendide, molto curate e squisite. Winnie the pooh, barbalalla, trilli, HK … chissà l’anno prossimo!?

  7. Pingback:Ci presentiamo « moms in the city

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: