moms in the city

Just another WordPress.com weblog

Archivi Categorie: mamma & papà

Scuola Natura

Oggi è il giorno della partenza. Emma e Sara di Angela si ritroveranno a Malcesine, sul lago di Garda, dove trascorreranno, con i loro compagni di asilo e le maestre, una settimana di vacanza in una struttura del Comune di Milano.

Sono sicura che per loro sarà un’esperienza fantastica e un’occasione di crescita. Per noi mamme e papà sarà una settimana lunghissima … il momento del primo vero distacco.

 Divertitevi bambine.

 

Moms to Grandmothers

Oggi il post è per le nostre mamme, che ci hanno cresciuto negli anni ‘70 e che oggi, da nonne sempre connesse, ci aiutano a crescere le nostre bambine. Tanti auguri mamma Orsolina, mamma Daria e mamma Adriana.

Angela&Cristina&Enrica

E adesso… si ricomincia!!!

Non avevo detto niente, lo so… me lo ero tenuto un po’ per me, un dolce segreto da non rivelare fino a quando non mi fossi ritrovata quel fagottino fra le braccia… ed il momento è arrivato: il 27 gennaio Lavinia si è ufficialmente aggiunta alla nostra famiglia!!!!

Sensazioni? felicità, stupore, incredulità, paura, curiosità, ma soprattutto… e adesso?!?!?!? Ricominciare tutto da capo dopo quasi quattro anni un po’ mi spaventa. Ci eravamo ormai abituati ad una bimba “autosufficiente”, senza pannolini nè pappe, a dormire di notte, a poter andare ovunque in qualsiasi momento senza troppi preparativi… e adesso tabula rasa, si ricomincia!!! In casa è rientrata la culla, la carrozzina, il fasciatoio, lo sterilizzatore, i biberon ed i temuti pannolini !!! E poi… come l’avrebbe accettata Ginevra? Finchè era in pancia tutto a posto certo… facile, non “esisteva” nella nostra quotidianità, ma adesso? Il primo incontro è stato unico: Ginevra si ferma sulla porta della camera con il papà, sorride a 360°, si volta e piange per l’emozione. Poi si avvicina e la coccola.

Per adesso sono felice così!!! Il resto lo vivremo giorno per giorno!!!

Benarrivata piccolina! Noi siamo più o meno pronti… spero lo sia almeno tu!!!!

Enrica

photo credits: immagine gentilmente offerta da brusmat

 

 

Una sera a cena: Innocenti Evasioni

Scorsa settimana è stato il compleanno di mio marito e l’ho voluto festeggiare noi due da soli. Ho prenotato un ristorante molto romantico, Innocenti Evasioni. Si trova in un angolo di strade di Milano che non promette niente di eccezionale ma basta varcare la soglia per essere catapultati in un’altra città, in un’atmosfera magica, aiutati anche dal fatto che la serata permetteva ancora di cenare in giardino… Bellissimo ! Un piccolo stagno con pesci rossi, pochi tavolini sotto ombrelloni bianchi, tanta vegetazione e sassi che rendevano la scena più suggestiva. Leggi il resto dell’articolo

In vacanza con papà

 

Emma e Marco in questi giorni sono al mare. È un abitudine consolidata che oramai si ripete ogni anno: l’ultima settimana di maggio solo per loro. Mi piace immaginarli in spiaggia che parlano fitto fitto oppure a cena al tramonto. Questi momenti rafforzano un rapporto già molto articolato e intenso. Emma è fortunata perché Marco è davvero un papà fantastico, sempre presente, paziente, giocoso e divertente. Io intanto mi concedo serate di libertà tra amici che non vedo da un po’, cinema e shopping dopo l’ufficio.

Opsss, magari ne approfitto per fare anche il cambio dell’armadio…

Cristina

Natale 2010 – Regali per boys

 Una lista dedicata ai boys, papà, fratelli, mariti, amici e parenti vari. Non so voi, ma per me i regali per gli uomini sono i più difficili. Ecco qualche idea, e le vostre??

Angela

1. l’abbonamento alla rivista preferita. Per Stefano Bibenda, visto che trovarlo in edicola è spesso un’impresa!

Leggi il resto dell’articolo

Una piccola oasi nel centro della città…

Per l’ultimo anniverasario mio marito mi ha fatto una bellissima sorpresa: qualche ora solo per noi alle Terme di Milano! Ci siete mai state?!?!? No?? Dovete provare! Da sole, in coppia, con le amiche (io sono ritornata per un addio al nubilato!!): qualsiasi occasione è una buona scusa per staccare la spina, allontanarsi dal tran-tran quotidiano e dedicare del tempo a noi stesse! Leggi il resto dell’articolo

Garghet – a cena nel verde

Settimana scorsa siamo usciti a cena; magari state cominciando a pensare che qui si esce in continuazione. non è così, solo un fortunato caso!!! Siamo tornati, dopo diversi anni, in un ristorante dove eravamo stati ai primi tempi del nostro “fidanzamento” (fa vecchio dire così???). Era un po’ che ci volevamo tornare e abbiamo aspettato la bella stagione perchè la cosa più bella del Garghet ,  sottotitolo: “la terra di mezzo”, è il contesto. A pochi minuti dal centro di Milano è completamente  immerso nel verde, con un bellissimo giardino. Si cena al chiuso o all’aperto in una atmosfera da vecchia trattoria milanese, di quelle un po’ chic. Il menu è scritto a mano, in milanese, i piatti sono sempre gli stessi, a parte qualche aggiunta legata alla stagione. Leggi il resto dell’articolo

Pane e acqua – per una cena romantica

Qualche settimana fa Stefano e io siamo stati da Pane e Acqua, un ristorante che già conoscevamo e dove ci piace tornare quando vogliamo una serata speciale. L’atmosfera è informale, anche se piuttosto ricercata, alle pareti enormi foglie di gommapiuma, vassoi, specchi di varie fogge, i dettagli minimal dell’arredamento e dell’apparecchiatura sono evidenti, i tavoli piccoli e piuttosto vicini tra loro (per cui la riservatezza della conversazione non è tra i plus del posto), il servizio è molto presente e gentile, il cibo a nostro avviso è notevole. Leggi il resto dell’articolo

Avvento romantico

Mi è capitato recentemente durante un viaggio di lavoro di sentire i commenti di altre colleghe sulle priorità in famiglia. In generale, si ammetteva che dopo la nascita dei figli i mariti, prima coccolati, viziati e adorati si trovano improvvisamente all’ultimo posto nelle nostre priorità di mamme, ultimissimi nella lista delle cose da fare nella giornata. E’ vero che i bambini – soprattutto se piccoli come le mie – hanno delle necessità che solo un adulto può risolvere; se un bambino piange di notte perchè ha sete o ha male ai denti, non può fare da solo, ha bisogno che mamma si alzi (qualche volta papà, ma deve essere prima svegliato a forza  poi catapultato fuori dal letto); mentre se papà si prende un influenza da paura, beh, l’aspirina è capace di prenderla da sè …

Però, però … povero papà … muble, muble, sono tornata da Vienna con un pensiero romantico in testa. Creare un Avvento romantico tutto per Lui, dal 1° al 24 dicembre. Solo uno spunto, da ripetere nell’anno, magari non così “intenso” sennò sai che carie… Quindi, cose romantiche da fare insieme da qui a Natale:

  • bere una tazza di cioccolata calda accoccolati sul divano
  • guardare insieme “La vita è meravigliosa”
  • ascoltare musica di Natale bevendo un punch caldo 8devo imparare a farlo)
  • preparare insieme i biscotti di natale (me li tira dietro???)
  • baci sotto il vischio, tanti…
  • fare una passeggiata a guardare le luci di natale
  • cena a lume di candela
  • Planetarium per vedere le stelle (prenotare)
  • preparare e mangiare pop-corn invece della cena e preparare file di pop-corn da appendere
  • una lettera d’amore
  • andare a un concerto di Natale
  • cena fuori a sorpresa
  • cinema fuori a sorpresa (è da pù di 4 anni che non andiamo!!!)
  • visita a sorpresa al Cenacolo Vinciano (prenotato!)
  • … che altro suggerite???

Nozze di legno

pencilPensando all’anniversario che io e Stefano festeggiamo oggi, ho fatto una ricerchina per sapere che cosa festeggiamo … anche perchè bisognerebbe regalarsi qualcosa in tema. Il 5° anno corrisponde alle Nozze di legno! Perciò oggetti in legno, una pianta con corteccia, delle matite di legno, un tagliere… Vi riporto sotto l’elenco così magari pensate anche voi a qualche oggetto speciale.

1º Anno – Nozze di cotone

2º Anno – Nozze di carta

3º Anno – Nozze di cuoio

4º Anno – Nozze di fiori – frutta

5º Anno – Nozze di legno

6º Anno – Nozze di zucchero

7º Anno – Nozze di rame

8º Anno – Nozze di bronzo

9º Anno – Nozze di ceramica

10º Anno – Nozze di stagno

11º Anno – Nozze di acciaio

12º Anno – Nozze di corda

13º Anno – Nozze di pizzo

14º Anno – Nozze di avorio

15º Anno – Nozze di porcellana

20º Anno – Nozze di cristallo

25º Anno – Nozze di argento

30º Anno – Nozze di perle

35º Anno – Nozze di corallo

40º Anno – Nozze di rubino

45º Anno – Nozze di zaffiro

50º Anno – Nozze d’oro

55º Anno – Nozze di smeraldo

60º Anno – Nozze di diamante

70º Anno – Nozze di ferro

75º Anno – Nozze di platino

Il segreto per un matrimonio felice

matrimonioTra pochi giorni io e Stefano festeggiamo il nostro 5° anniversario di matrimonio. Tanti? Pochi? a me sembra ieri, ma abbiamo già fatto tante cose insieme. Mi fermo a pensare a questi anni, a fare un bilancio e rendendomi ancora una volta conto di aver fatto la scelta giusta mi chiedo anche quale sia il segreto di un matrimonio perfetto, uno di quelli che dura a lungo, tutta la vita. Sposarsi, restare sposati e essere felici di essere sposati non sono la stessa cosa. MA dov’è il trucco? Non esiste forse una sola parola: la vita, le persone e le loro relazioni sono troppo complesse per poter essere semplificate in una formuletta, e in più ogni coppia è diversa e ha bisogno di cose diverse, però credo che una cosa fondamentale sia pensare sempre che, anche se ci sono figli che ci distraggono dalla coppia, si è partiti in due, ci si è scelti e alla fine ci si ritroverà in due e che quindi è vitale non perdersi, ma coltivarsi e ascoltarsi. Bisogna continuare a pensare al “noi due” come a una priorità soprattutto quando si è una famiglia. Anche per questo abbiamo deciso che avremmo sempre festeggiato il nostro anniversario con qualcosa di speciale solo per noi, qualche giorno via, delle mini-moons, senza bambini, senza lavoro, nè altri pensieri. Ogni anno riserviamo qualche giorno delle nostre ferie per questo momento. Lo pensiamo e pianifichiamo con grande anticipo e anche questi momenti ci fanno sentire vicini. Al rientro siamo sempre rinvigoriti, felici, con la voglia di ripartire per un altro anno insieme. Anche i bambini traggono beneficio da questi momenti: avere intorno genitori felici e soddisfatti da un grande senso di sicurezza. E’ bello anche riuscire a ritagliarsi dei momenti speciali lontani dalle routines, come prendere la scusa di una commissione un po’ lontano per fare una passeggiata insieme, o riuscire a uscire di casa un po’ prima e andare al bar all’angolo a fare colazione insieme, o prepararsi una cena speciale come fosse un appuntamento … E ricordare sempre che LOVE NEVER GIVES UP!

Qual’è il vostro segreto?

Intelligenza erotica

intelligenzaeroticaTutte noi sappiamo per averlo letto sui libri, per avere sentito i racconti delle amiche o per averlo provato personalmente che i figli mettono a dura prova l’intimità di una coppia. Fai un figlio quando pensi di aver trovato l’equilibrio giusto e zac! ti ritrovi con il mondo sottosopra, in cui tutte le relazioni, le abitudini, le priorità,l’organizzazione della giornata, i tempi vanno rivisti. Ritrovarsi in tre è una profonda trasformazione e i nove mesi di attesa e preparazione non servono a niente in questo senso. Le notti insonni non aiutano, come anche il fatto che il nuovo arrivato ha sempre la precedenza su tutto e tutti, soprattutto per la mamma. Leggi il resto dell’articolo

A te

E questa è per Stefano (che sicuramente non legge questo mio blog)  compagno della mia avventura.

Parlo sempre di Sara e Francesca, ma tutto è partito da noi due e non dobbiamo scordarcene mai.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: